Pasta con puntarelle

Mar
2012
30

scritto da on Piatti tradizionali

Nessun commento

Le puntarelle sono una verdura che in Emilia non è proprio di casa, sono tipiche di Lazio e Campania e fanno parte della famiglia della cicoria. Verdura che si può gustare sia cruda che cotta. Oggi vi do una prima versione di Princy, non particolarmente sofisticata, ma certamente gustosa e veloce come vuole essere la mia cucina.

Ingredienti per 2 persone:

  • puntarelle, 1 cespo
  • filetti di acciughe, 3/4
  • pasta, 160 grammi
  • pecorino saporito grattugiano, 40/50 grammi
  • olio, aglio, sale

In una padella antiaderente mettete olio, i filetti d’acciuga e l’aglio scamiciato e privato del cuore verde che si trova all’interno e fate andare a fuoco lento.

Nel frattempo pulite le puntarelle. Come prima cosa staccate le foglie esterne, poi tagliate alla base staccando singolarmente le puntarelle. Non abbiate paura di tagliarle troppo in alto: la parte alla base tende ad essere molto dura e vi rovinerebbe il sapore e la consistenza del piatto.

Tagliate almeno in due le puntarelle più grosse.

Lavate le puntarelle in modo da togliere ogni residuo di terra. Mettetele in padella insieme agli altri ingredienti e cuocete per 15 minuti circa. La cottura varia molto a seconda delle dimensioni e delle quantità.

Nel frattempo cuocete la pasta in un’altra pentola e grattugiate il pecorino.

Scolate la pasta, aggiungetela alla puntarelle e amalgamate il tutto a fuoco vivace insieme anche al pecorino.

La ricetta è pronta, a chi piace può aggiungere anche un po’ di peperoncino!

 

 

Forse ti potrebbe interessare anche...

Zuppa di ceci
Pennette con i broccoli
Pasta all'amatriciana (versione di Ottodispade)

Tags: , , ,